Spazzatura spaziale. Un sistema a rete per la cattura di space-debris

UMBERTO BATTISTA

Domenica 30 Luglio ore 11:30

Villa Borzino

Auditorium.

Dal 1957 a oggi sono stati eseguiti circa 6.000 lanci spaziali, che hanno generato una popolazione di oltre 23.000 oggetti intorno alla Terra.

Solo un migliaio di essi sono ancora operativi. Il resto sono detriti, soggetti a potenziali esplosioni e frammentazioni in orbita. Allo stato, si contano circa 750.000 oggetti più grandi di 1 cm e 166 milioni più grandi di 1 mm, che si muovono a velocità elevatissime e sono in grado di danneggiare o distruggere infrastrutture spaziali vitali per la nostra società, quali i satelliti per le telecomunicazioni e la navigazione satellitare.

Stam (www.stamtech.com), insieme a Ska e Optinav, ha concepito e sviluppato un sistema per rimuovere i detriti spaziali tramite reti. L’obiettivo sono i detriti che hanno maggior rischio di collisione, per evitare un’escalation che in pochi decenni potrebbe rendere inutilizzabili molte orbite intorno alla Terra, la cosiddetta “Sindrome di Kessler”. La tecnologia, concepita per ESA, è stata validata in condizioni di micro-gravità.

UMBERTO BATTISTA
UMBERTO BATTISTA

Umberto Battista è Project Manager di Stam – una PMI fondata a Genova nel 1997 grazie al seed funding di ESA per lo sviluppo di un innovativo riduttore di velocità – con oltre 10 anni di esperienza in progetti in ambito spazio.

In particolare da alcuni anni si occupa di detriti spaziali e di tecnologie per la loro rimozione attiva mediante reti. Nello specifico ha preso parte al progetto ESA ADRiNET “Net parametric characterization and parabolic test”, in cui si è occupato dello sviluppo del sistema di cattura tramite rete e ha partecipato alla campagna di volo parabolico presso il National Research Council of Canada a Ottawa per la validazione della tecnologia in scala ridotta e in microgravità.

Attualmente è a capo del team del progetto H2020 ADR1EN “First European System for Active Debris Removal with Nets”, il cui obiettivo è l’ulteriore sviluppo della tecnologia attraverso la progettazione in scala 1:1, prove in camera termo-vuoto e test di cattura a terra, fino allo sfruttamento commerciale, per il quale Stam ha beneficiato del supporto del Business Coach Franco Malerba.

Registrati per assistere alle conferenze

I posti sono limitati.

Ora è possibile prenotare il proprio posto.

Eventbrite - Festival dello Spazio